LA SCIENZA SULLA RECONNECTIVE HEALING®


Il Dott. Eric Pearl, insieme al suo staff e agli operatori attivi dei 5 continenti, sta diffondendo nel mondo la:


RECONNECTIVE HEALING®  & THE RECONNECTION® 


Essi stanno collaborando con famosi ricercatori scientifici e membri dello establishment medico mondiale per dimostrare come con la Riconnesione si possono realizzare risultati così grandi.
Entusiasti per come le Frequenze Riconnettive della Reconnective Healing® rispondono, in modo unico ed originale rispetto ai sistemi tradizionali e desueti di “guarigione energetica”, stanno formulando queste tre domande base:

1) Come lavora la Reconnective Healing®?;
2) Perché funziona la Reconnective Healing®?;
3) Cosa accade durante una sessione di Reconnective Healing®?

Ci sono ancora molte domande senza risposte, ma ecco alcuni dei risultati che sono stati ottenuti finora:

· Durante una sessione di Reconnective Healing® avvengono significativi cambiamenti nell’attività del cervello (EEG) e del cuore, sia del cliente‐paziente che dell’operatore. In particolare le onde EEG dell’operatore coinvolgono quelle del cliente (unione frequenziale).

· Una ricerca separata nei vari sistemi di guarigione bioenergetica ha mostrato un collegamento tra l'assorbimento di radiazione gamma e la Guarigione.

· Ad un seminario di Reconnective Healing® furono monitorate le frequenze della sala molte ore prima che il seminario iniziasse e fino alla fine del corso (due giorni). I ricercatori notarono un cambiamento enorme dell'energia libera e termodinamica nella sala. Alla fine dei due giorni, l'aumento effettivo in energia nella sala era equivalente ad un aumento di temperatura di 300oC (interno), anche se il cambiamento di temperatura esterna era trascurabile. Questo cambio di energia era quello che permise ai guaritori di ottenere notevoli esperienze durante il seminario.

· Un altro esperimento fu la misurazione del campo elettromagnetico intorno alle mani di volontari guaritori, prima e dopo il seminario di Reconnective Healing®. Gli scienziati scoprirono che tale campo incrementò in modo esponenziale. Una ricerca separata nei meccanismi precedenti la guarigione bioenergetica fu la scoperta che l’alto livello di energia elettromagnetica nelle mani del guaritore di Reconnective Healing® provoca un cambiamento, da un livello di squilibrio (malattia) ad uno di equilibrio (salute).

· Altri studi sulle misurazioni dei campi elettromagnetici confermano che gli operatori di Reconnective Healing® possono emettere, trasmettere ed incrementare la quantità di Luce ed altre frequenze elettromagnetiche attorno ai loro corpi. Tali operatori possono attivare tali frequenze incrementando l'ampiezza ed oscillazione di frequenze magnetiche nei loro corpi. Questi cambiamenti sono stati misurati in laboratorio.

· Negli studi di laboratorio gli operatori di Reconnective Healing® hanno permesso cambiamenti nel DNA delle piante aiutandole a guarire dopo che queste avevano subito danneggiamenti.

· Le frequenze riconnettive sono potenti e palpabili. Esse possono essere percepite tramite sensazioni fisiche e la loro realtà è stata provata e misurata scientificamente.

· La Reconnective Healing® sembra muovere le cose in uno stato di organizzazione ed equilibrio in accordo a studi che usano un generatore di evento casuale.

· Le foto Kirlian ed altre apparecchiature di misurazione hanno dimostrato e corroborato l’esistenza delle frequenze riconnettive.

· Gli scienziati hanno anche misurato cambi di livelli dell'assorbimento di radiazione di onde gamma* (le più coerenti che si conoscano) durante le sessioni. Normalmente il corpo emette un livello basso ed innocuo di radiazione gamma a causa della presenza di potassio nei tessuti molli.

· Durante la Reconnective Healing® entrambi, il cliente e l’operatore, assorbono le onde gamma che favoriscono una omeostasi (bilanciamento) coerente.

*Le onde Gamma sono molto rare; esse sono tipiche degli stati di meditazione e di grande energia, sono correlate con la volontà e i profondi poteri psichici.

"La conclusione di questi esperimenti fu che l'energia era davvero reale, scopribile, misurabile, e ciò fu piuttosto straordinario."


Professore Gary Schwartz